TELEBIELLA

Dal 1971. La storia della TV italiana passa da qui.

Con il proliferare incontrollato delle Televisioni private i cui programmi segnano il trionfo della volgarità, dell’osceno, della violenza, del turpiloquio e forniscono un’informazione che, quando non è completamente falsa, è incompleta, deformata, tendenziosa, diretta a favorire interessi di parte, è legittimo porsi la domanda: “Telebiella” fu un bene o un male?                Giuliano Grizi, pretore.

urlo leopardo VIDEO:
Peppo Sacchi: Profughi Il grande esodo.
Peppo Sacchi: Un crimine contro l'Umanità
LogoTG

VIDEO:
Ivana Ramella 

Corrado Azario :

 busta

 GUAI AI VINTI! .

Illusioni. I Guai li hanno non i vinti ma i perdenti. Cioè noi, popolo di pecoroni senza dignità e coraggio. Il coraggio di mandare a casa i nuovi schiavisti che ci stanno sfruttando spudoratamente. Noi che subiamo a testa china i più deliranti soprusi. Uno per tutte, anche se il meno grave, il canone televisivo in amplesso con la rete eletrica.  Noi schiavi pigri che ci accontentiamo di rosicchiare gli avanzi dei cosidetti potenti, inginocchiati sotto la loro tavola. Noi schiavi senza ribellione che non vediamo le tragedie che ci circondano, e non guardandole siamo pigramente convinti  non esistano. Continuiamo su questa strada. E' quella che ci condurrà ai giorni dell'Ira!  

                 scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 



 

 STORIE
   trasmesso a ripetizione in Diretta STREAMING. 
Clicca sull'immagine in alto a destra di questa pagina.
  

 NEI PROSSIMI PROGRAMMI:

VIGILANZA URBANA. Cacciatori di multe.

I DISAGI NEL MERCATO.

L'ATTILA BIELLESE COLPISCE ANCORA!

FACE BOOK. Una mina vagante.

PROLIFERARE DEI SUPERMERCATI.Bene o male?.

LA PROVINCIA DIMEZZATA.

 



 


Diretta Streaming

logo diretta streaming

Archivio YouTube

logo youtube1

...anche su Facebook

logo facebook 2015

Videoteca

videoteca

Archivio Biellese

logo biellaclub 2015

Links

logo il biellese

libro crop

Il giorno più lungo della tv italiana è stato quello che vide arrivare negli Studi di Telebiella gli  emissari del Governo per porre i sigilli al cavo della tele. Il racconto fa rivivere,attraverso le emozioni del protagonista, il lungo cammino che determinò la decisione di “spezzare”  il  monopolio della Rai. A quarant’anni da una libertà “condizionata”, uno sguardo alle origini.

Reperibile presso le librerie Einaudi o il sito ilmiolibro.it. Stampato per il Gruppo Editoriale l’Espresso.

In lettura presso la biblioteca di Città Studi.

 

Telebiella A21

Autorizzazione Tribunale n.181 del 30-4-1971

C.F.90043590026

Associazione Culturale e informativa ONLUS

Via Pella, 10 - 13900 Biella

Direttore Responsabile: Peppo Sacchi

 

Privacy & Cookies

Telefono 015 8495414

 

Copyright © 2016 TELEBIELLA | Installazione ottimizzazione e assistenza gianfrancocaliri.it | Login